Secchiate d’acqua? Meglio i soldi.

Il rischio di trasformare un evento benefico in una occasione di esaltazione dell’ego personale, con gli Italiani, é un effetto collaterale abbastanza prevedibile. La campagna a favore della SLA é stata una occasione per far saltare fuori il peggio del popolo del ‘tag’ da social. Tuttavia, difficile calcolare se si é parlato piú della patologia, oppure di chi ha pubblicato il video piú figo della rete. Una tristezza. La beneficienza, se si fa, perché é quella che serve, si fa in silenzio. Cambiate l’iniziativa con un video con un secchio di banconote da 100 euro, ed in poco tempo, i video si eclissano. La speranza, che in tanti abbiano davvero capito cosa significa avere una sclerosi laterale amiotrofica. Capire le cause, ma soprattutto, aiutare i giovani ricercatori a trovare presto una strada per alleviare la malattia. L’unico modo per farlo, mettere la ricerca scientifica nelle condizioni di poter lavorare con costanza e concretezza. Non aiutiamo cosí solo la SLA, ma tante altre patologie che ogni giorno entrano a sorpresa ed inaspettate nelle nostre case cambiando la nostra vita.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...