Carpe diem

Prendo spunto dalle parole di una persona che reputo particolarmente speciale e dotata di straordinaria intelligenza. Pare di essere seduti su una bomba, riguardo l’attuale condizione giovanile, che naviga su un contesto in cui non appare alla maggior parte di loro un futuro prevedibile, che non consente di far alcun progetto per il futuro, e per questo si vive in un assoluto presente, come il famoso Carpe diem di Orazio. La prioritá é cercare la massima felicitá del momento,di fronte ad un futuro indiscernibile. Perché essere seduti su una bomba? Perché nessuno se ne rende conto, questa condizione si vive nel privato, all’interno delle famiglie. Nelle scuole tanto meno, poiché gli insegnanti istruiscono ma non educano, quindi tutto si avvolge nel mistero fin quando qualcosa non accade. Noi ci limitiamo ad aspettare l’avvenimento del profondo disagio e, quando questo accade, i discorsi e le morali si sprecano. Il tempo non ha memoria dei fatti, si attende il prossimo evento, una circolo che si ripete, nessuna azione. 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...